Libri come. Festa del Libro e della Lettura – Scuola

PantareiNews0 Comments

Libri come(Courtesy of Ex Libris Comunicazione)

Marzo è il mese di Libri come. Per il sesto anno consecutivo, la grande Festa del Libro e della Lettura di Roma torna ad animare gli spazi dell’Auditorium Parco della Musica, coinvolgendo anche gli studenti e le biblioteche. Dopo gli approfondimenti dedicati nelle scorse edizioni all’Europa e al lavoro, quest’anno il filo conduttore è la scuola: attraverso la consueta e ricca offerta di appuntamenti, Libri come si propone di ridare centralità a un tema fondamentale per lo sviluppo e la salute della società.

Oltre 100 eventi compongono il variegato programma della manifestazione, che si svolge ufficialmente all’Auditorium Parco della Musica da giovedì 12 a domenica 15 marzo, ma è anticipata da un network di altre iniziative lungo l’intera settimana. Promossa e organizzata dalla Fondazione Musica per Roma, a cura di Marino Sinibaldi, con la collaborazione di Michele De Mieri e Rosa Polacco, Libri come 2015 prevede conferenze, presentazioni di nuove uscite, dialoghi, reading, lezioni, mostre, laboratori e molto altro.

A inaugurarla giovedì 12 marzo alle 21 in Sala Petrassi sono Umberto Eco e Marino Sinibaldi cui segue l’intervento del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini.

Durante questa sesta edizione il mondo della scuola è raccontato sia attraverso le testimonianze dei suoi protagonisti che con il contributo di scrittori, artisti e altre personalità del mondo della cultura, dell’editoria, dell’informazione e dello spettacolo, spesso impegnati in vere e proprie lezioni. Tra i “maestri” che salgono in cattedra Stefano Bartezzaghi(enigmistica), Melania Mazzucco (arte), Marco Santagata e Alfonso Berardinelli (Dante), Walter Siti (poesia).

Appuntamento ormai imperdibile per gli appassionati di libri e lettura, Libri come ospita big della letteratura internazionale (Emmanuel Carrère, Maylis de Kerangal, James Ellroy, Barry Gifford, Jhumpa Lahiri, Pierre Lemaitre, Daniel Pennac, Luis Sepúlveda, Zadie Smith) e maestri della narrativa italiana (Alessandro Baricco, Andrea Camilleri, Francesco Piccolo, Sandro Veronesi). Il pubblico può incontrare i migliori talenti della nuova generazione di fumettisti e vignettisti (Gipi, Zerocalcare) e un lungo elenco di autori che – provenienti da storie, settori ed esperienze diverse – contribuiscono a rendere vibrante e vivace il mondo dell’editoria e della cultura nazionale (Tullio De Mauro, Francesco Guccini, Massimo Recalcati).

Come ogni anno, un’attenzione particolare è rivolta ai lettori più giovani, con un intenso programma di incontri, laboratori e lezioni (con Riccardo Iacona, Valerio Massimo Manfredi, Giuseppe Patota, John Peter Sloan e Pierluigi Vaccaneo) che coinvolge gli studenti delle scuole medie e superiori del territorio da lunedì 9 a venerdì 13 marzo. Altri eventi sono organizzati in un’anteprima mercoledì 11 marzo alle 19 in alcune Biblioteche di Roma, in modo da sviluppare una rete culturale che coinvolga nel modo più ampio possibile alcune aree della città: nella Biblioteca Nelson Mandela incontro con Nadia Terranova (Gli anni al contrario, Einaudi), nella Biblioteca Valle Aurelia con Marco Cubeddu(Pornokiller, Mondadori), nella Biblioteca Cornelia con Enrico Ianniello (La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin, Feltrinelli).

Confermato è anche il programma del Garage, la tradizionale “officina” in cui Libri come raccoglie incontri, laboratori per le scuole e mostre, che accoglie numerosi ospiti tra cui scrittori (Paolo Di Paolo, Dacia Maraini, Antonio Pascale), giornalisti (Lirio Abbate, Daria Bignardi, Marco Damilano, Letizia Muratori, Andrea Vianello), disegnatori (Stefano Disegni, Makkox), attori (Tony Laudadio), filosofi (Felice Cimatti).

MAESTRI & LEZIONI

In un’edizione dedicata alla scuola, non poteva mancare una sezione dedicata all’insegnamento: “I miei Maestri”, un ciclo di interviste di Marino Sinibaldi che è inaugurato da Umberto Eco, per proseguire sabato 14 marzo alle 12 in Teatro Studio Borgna con l’italianista Tullio De Mauro (tornato da poco in libreria con In Europa son già 103, Laterza) e la scrittrice Dacia Maraini, Andrea Camilleri (alle 17 in Sala Sinopoli) e l’ex-calciatore e portiere della nazionale campione del mondo nel 1982 Dino Zoff (che si racconta nella recente autobiografia Dura solo un attimo, la gloria, Mondadori) domenica 15 marzo alle 12 in Sala Petrassi con la partecipazione di Vittorio Sermonti. Chiusura domenica alle 19 in Sala Petrassi con lo scrittore, giornalista e attivista Luis Sepúlveda (con il nuovo libro L’avventurosa storia dell’uzbeko, Guanda). Largo spazio anche alle “Lezioni” con alcuni maestri molto speciali. Si comincia con Umberto Eco, protagonista di una lezione di filosofia in programma venerdì 13 marzo alle 19 in Teatro Studio Borgna a cui partecipano anche Roberto Cotroneo eRiccardo Fedriga. Nel lungo weekend della Festa si può però andare anche a lezione di Dante con lo scrittore e accademico Marco Santagata (tra i massimi esperti “danteschi” al mondo, ha appena pubblicato il romanzo Come donna innamorata, Guanda) e il critico Alfonso Berardinelli sabato 14 marzo alle 19 in Sala Ospiti, di storia con Paolo Rumiz(domenica 15 marzo alle 12 in Sala Ospiti, prendendo spunto dal recente Come cavalli che dormono in piedi, Feltrinelli), di arte con Melania Mazzucco sabato 14 marzo alle 12 in Sala Petrassi (Il museo del mondo, Einaudi), di poesia con Walter Siti (sabato 14 marzo alle 15 in Sala Ospiti), di enigmistica con Stefano Bartezzaghi (domenica 15 marzo alle 16 in Sala Ospiti), di felicità con Armando Massarenti (domenica 15 marzo alle 18 nello Spazio Risonanze, ispirandosi al suoIstruzioni per rendersi felici, Guanda), di fotografia con Letizia Battaglia (di cui è uscito recentemente Diario, Castelvecchi) domenica 15 marzo alle 20 in Sala Ospiti, con lei Roberto Andò, Tiziana Lo Porto, Piero Melati.

GLI OSPITI INTERNAZIONALI

Due scrittori che negli ultimi decenni hanno contribuito alla definizione del grande immaginario americano, una delle voci più rappresentative della nuova narrativa anglosassone, il meglio della recente produzione letteraria francese, una vincitrice di premio Pulitzer che potrebbe essere quasi inserita nella categoria degli autori italiani. Il cartellone degli ospiti internazionali di Libri come 2015 è ricco di suggestioni. Dagli USA arrivano giganti della narrativa contemporanea comeJames Ellroy, autore di cicli fondamentali come la “tetralogia di Los Angeles” e la “trilogia americana” che presentaPerfidia, primo volume di una nuova serie ambientata in California negli anni di Pearl Harbour (in uscita per Einaudi), eBarry Gifford, scrittore, poeta, sceneggiatore, ispiratore e complice di alcuni dei capolavori cinematografici di David Lynch: a 25 anni dalla pubblicazione in Italia di Cuore selvaggio esce per Fandango una raccolta con il ciclo completo di Sailor & Lula (gli incontri sono in collaborazione con il Circolo dei Lettori). Il compito di intervistarli, stuzzicarli, dialogare con loro spetta rispettivamente ad Antonio Monda sabato 14 marzo alle 19 in Sala Petrassi e a Sandro Veronesi lo stesso giorno alle 16 in Teatro Studio Borgna. È invece Elena Stancanelli a confrontarsi con Zadie Smith sabato 14 marzo alle 18 in Teatro Studio Borgna: unanimemente indicata tra le scrittrici più talentuose del nuovo millennio, fin dai tempi dell’esordio Denti bianchi, presenta a Libri come il suo nuovo romanzo L’ambasciata di Cambogia (in uscita per Mondadori). Molto nutrita e di grandissima qualità è la pattuglia degli autori francesi attesi alla Festa: dall’autore di Limonov Emmanuel Carrère (che presenta Il regno, Adelphi, nuovo romanzo dedicato agli albori del cristianesimo; a seguire la proiezione del primo episodio della serie Les revenants, in collaborazione con laeffe, sceneggiata, tra gli altri, da Carrère) sabato 14 marzo alle 21 in Sala Petrassi con Nicola Lagioia, al papà di Benjamin Malaussène Daniel Pennac (protagonista di un nuovo libro-intervista con Fabio Gambaro, Feltrinelli, con cui dialogherà a Libri come domenica 15 marzo alle 17 in Sala Petrassi), dal nuovo fenomeno letterario Maylis de Kerangal (Nascita di un ponte e il recente Riparare i viventi, Feltrinelli; domenica 15 marzo alle 16 nello Spazio Risonanze con Paolo Di Paolo) al Premio Goncourt e maestro del polar (il romanzo poliziesco transalpino) Pierre Lemaitre (intervistato da Antonio D’Orrico sul nuovo Irène, Mondadori, sabato 14 marzo alle 17 in Sala Ospiti), fino ad arrivare a un personaggio di confine come Gilles Clément, scrittore (l’ultimo libro è Ho costruito una casa da giardiniere, Quodlibet) ma soprattutto rivoluzionario architetto di paesaggi, teorico del “giardino planetario” e artefice di molte innovative riqualificazioni dei parchi parigini (Parc André-Citroën, i Jardins de L’Arche a La Defense) domenica 15 marzo alle 12 in Teatro Studio Borgna (in collaborazione con Institut français d’Italie / Ambassade de France en Italie). In bilico tra l’origine indiana, la cittadinanza statunitense e una nuova vita in Italia è invece Jhumpa Lahiri, Premio Pulitzer per la narrativa nel 2000, che dialoga con Francesca Marciano domenica 15 marzo alle 17.30 nello Spazio Risonanze per dimostrare come la scuola della vita non finisca mai e come ci sia sempre tempo per imparare qualcosa: anche una nuova lingua, come l’italiano che l’autrice ha utilizzato per la prima volta nel suo ultimo libro In altre parole (Guanda).

GLI OSPITI ITALIANI

Autore di numerosi bestseller, Alessandro Baricco è uno dei tanti big italiani presenti alla sesta edizione di Libri come(protagonista di un incontro sabato 14 marzo alle 17 in Sala Petrassi, sta per tornare in libreria con il nuovo La sposa giovane, Feltrinelli), vuoi nella veste di protagonisti di incontri individuali, vuoi in quella di intervistatori o partecipanti a tavole rotonde, maratone e altri appuntamenti collettivi. Distribuiti nelle varie sezioni del programma, spiccano i numerosi vincitori del Premio Strega come Umberto Eco (di cui è uscito recentemente Numero zero, Bompiani), Melania Mazzucco, Sandro Veronesi, Tiziano Scarpa, Walter Siti e Francesco Piccolo (con un reading dal nuovo Momenti di trascurabile infelicità, Einaudi, sabato 14 marzo alle 20 in Teatro Studio Borgna), oltre a quelli di maestri del legal thriller come Gianrico Carofiglio (autore tra gli altri del recente La regola dell’equilibrio, Einaudi, a Libri come tiene una lectio venerdì 13 marzo alle 21 in Sala Sinopoli su “Come non diventare scrittori”), scrittori-cantautori come Francesco Guccini (ospite a Roma sabato 14 marzo alle 19 in Sala Sinopoli assieme al complice di mille avventure letterarie Loriano Macchiavelli, con cui ha scritto il romanzo La pioggia fa sul serio, Mondadori, e al giornalista Andrea Scanzi), autori che si muovono tra narrativa, saggistica e teatro come Antonio Moresco (che presenta domenica 15 marzo alle 19 nello Spazio Risonanze Gli increati, Mondadori, con Antonio Gnoli e Tiziano Scarpa) e romanzieri come Nicola Lagioia (La ferocia, Einaudi), insegnanti (Franco Lorenzoni, autore di I bambini pensano grande, Sellerio, a Libri come sabato 14 marzo alle 20 in Sala Ospiti), psicanalisti (Massimo Recalcati, autore tra gli altri del saggio L’ora di lezione, Einaudi, a Libri come sabato 14 marzo alle 15 in Sala Petrassi). Fin dalle sue prime edizioni, Libri come ha esplorato l’intero spettro dell’editoria italiana, cercando di metterne in luce la qualità e la ricchezza. Un approccio che si rinnova nel 2015, con una serie di appuntamenti in cui si mescolano approfondimento e spettacolo, ricerca e riflessione, sperimentazione e analisi dei linguaggi creativi. In questo filone rientrano eventi speciali come l’incontro Come un disegno di domenica 15 marzo alle 15 in Sala Petrassi, protagonisti due dei principali esponenti della new wave italiana nel fumetto e nella vignetta satirica: Gipi e Zerocalcare (con il recenteDimentica il mio nome, Bao Publishing). Sul fronte degli eventi più articolati e spettacolari, venerdì 13 marzo alle 21 in Teatro Studio Borgna è previsto un reading dedicato a una delle figure più misteriose del panorama letterario italiano contemporaneo, Elena Ferrante (che ha da poco concluso il ciclo dell’Amica geniale con il quarto e ultimo volume Storia della bambina perduta, e/o), con letture di Annalena Benini, Leonetta Bentivoglio, Anna Bonaiuto, Sandra Ferri, Nicola Lagioia, Melania Mazzucco e altri ancora (conduce Paolo Fallai). È invece una intensa maratona letteraria a concludere la Festa domenica alle 21 in Sala Petrassi, protagonisti autori come Eraldo Affinati, Sonia Boni Manzi, Ascanio Celestini, Marco Lodoli, Franco Lorenzoni, Alessandro Mari, Roberta Passoni, Christian Raimo, Mila Spicola, Mario Tagliani.

LE SCUOLE

Libri come rivolge quest’anno una particolare attenzione alle scuole, con un programma patrocinato dall’Assessorato alla Scuola, Infanzia, Giovani e Pari Opportunità di Roma Capitale che si svilupperà da lunedì 9 a venerdì 13 marzo. Alle scuole superiori è dedicato un ciclo di “Lezioni” in programma alle 10.30 in Sala Petrassi: si inizia lunedì con una lezione di storia del romanziere, archeologo e divulgatore Valerio Massimo Manfredi, martedì sale in cattedra per una lezione di lingua inglese lo scrittore, comico e attore inglese John Peter Sloan, mercoledì è il turno di Giuseppe Patota, linguista e professore di Storia della lingua italiana, che tiene una lezione di italiano, giovedì invece si parla di social network con Pierluigi Vaccaneo (direttore della Fondazione Cesare Pavese e ideatore di TwLetteratura, un progetto per leggere e tradurre in tweet le grandi storie della letteratura) e venerdì la serie si conclude con la lezione di giornalismo con il reporter e conduttore televisivo Riccardo Iacona. Nel Garage, da lunedì 9 a giovedì 12 marzo alle 10.30, ci sono invece alcuni laboratori per le scuole: per i ragazzi delle elementari in Officina 1 Sogni di libertà, un laboratorio di parole e disegni a cura di Amnesty Italia e Gallucci Editore (lunedì 9 e martedì 10 marzo) e A scuola di filosofia, laboratorio per piccoli filosofi a cura di Emiliano Di Marco (mercoledì 11 e giovedì 12 marzo); per gli studenti delle medie in Officina 2L’Isola. Viaggio verso Lampedusa a cura di Ottimomassimo Libreria Itinerante (lunedì 9 e martedì 10 marzo) e Perché bastardo è un complimento, laboratorio musicale “meticcio” a cura di Valerio Corzani (mercoledì 11 e giovedì 12 marzo).

IL GARAGE

Come ogni anno, il programma delle conferenze, dei dialoghi e delle lezioni di Libri come è integrato dalla catena di montaggio del Garage: le tre “officine” adiacenti alla Sala Santa Cecilia sono animate da venerdì 13 a domenica 15 marzoda un fitto calendario di quasi 80 incontri e appuntamenti speciali, dando spazio (grazie alla collaborazione delle case editrici, di realtà istituzionali, di riviste e di circoli di lettura) alla presentazione di numerose novità editoriali, di collane e documentari, a discussioni su saggi e inchieste (come “mafia capitale”), e molto altro ancora. L’elenco degli ospiti comprende numerose firme del giornalismo italiano contemporaneo (Lirio Abbate, Daria Bignardi, Carlo Bonini,Riccardo Chiattelli, Marco Damilano, Carlo Freccero, Loredana Lipperini, Letizia Muratori, Pif, Marco Presta, Andrea Vianello), disegnatori (Stefano Disegni, Makkox), attori (Ascanio Celestini, Tony Laudadio, Fabio Troiano), sceneggiatori (Ludovica Rampoldi), fotografi (Marco Delogu), filosofi (Felice Cimatti), critici (Andrea Cortellessa,Goffredo Fofi, Emiliano Morreale, Silvio Perrella), saggisti (Francesco Fioretti, Andrea Kerbaker, Filippo La Porta, Alessandro Roncaglia, Vittorio Sermonti) e soprattutto una ricchissima proposta di narratori come Marco Cubeddu, Diego De Silva, Paolo Di Paolo, Fabio Genovesi, Nicola Lagioia, Dacia Maraini, Alessandro Mari, Melania Mazzucco, Liz Moore, Antonio Pascale, Lidia Ravera, Simona Sparaco, Elena Stancanelli, Nadia Terranova… Non mancano gli appuntamenti legati all’editoria: presentazioni di riviste-evento (“Viva”), premi letterari (“Premio Rai – La Giara”) e iniziative legate al piacere della lettura come #MaestridiVita, un reading a cura del progetto @Stoleggendo (attivo su Twitter per condividere la passione per i libri) e #selascuola, letture in un minuto a cura delle Biblioteche di Roma.

LE MOSTRE (E LE ALTRE INIZIATIVE)

Tre mostre completano il programma di Libri come: nel Foyer della Sala Sinopoli da venerdì 13 a domenica 15 marzoAUTORItratti, una mostra fotografica in progress di Riccardo Musacchio e Flavio Ianniello che vede protagonisti gli ospiti della Festa e i loro pensieri. Le pareti di carta del Garage si animano invece con una selezione di frammenti e immagini scelti tra le Strisce e storie di Zerocalcare (da venerdì 13 a domenica 15 marzo) sulla Scuola, tra impegno, disimpegno, confronto tra generazioni e crescita. Infine nello Spazio AuditoriumArte è in programma Scuola di disegno: modalità di produzione e distribuzione, un laboratorio con Cesare Pietroiusti e alcuni studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma (dal 9 al 12 marzo) che si conclude con una mostra (dal 13 al 29 marzo) per esplorare le modalità di distribuzione delle opere e prevede l’attiva partecipazione del pubblico.

A Libri come quest’anno si impara anche a scoprire Il gusto della parola durante la lezione di cucina di e con Carmelo Chiaramonte in programma nel Teatro Studio Borgna domenica 15 marzo alle 18.30, un viaggio intenso tra ricette aromi nelle pagine più celebri degli scrittori degli ultimi due secoli.

Durante il fine settimana della Festa nel Foyer Petrassi c’è inoltre LibrOntheroad, un progetto di bookcrossing itinerante organizzato dall’Associazione Culturale Barravento, arricchito da alcuni reading per bambini e ragazzi in programma nello Spazio Sound Corner sabato alle 16 e alle 18 e domenica alle 10.30 e alle 12.

Una partnership ormai storica, riproposta nell’edizione 2015 di Libri come, è quella con Radio3. Gli spazi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma ospitano una postazione radiofonica da cui sono trasmessi in diretta dal Foyer PetrassiFahrenheit, il popolare programma di libri e idee (sabato 14 e domenica 15 dalle 16.50 alle 18) che ai microfoni di Loredana Lipperini ospita alcuni dei narratori e saggisti protagonisti degli oltre cento eventi della Festa del Libro e della Lettura, e La lingua batte, la trasmissione settimanale condotta da Giuseppe Antonelli dedicata alla lingua italiana (domenica 15 dalle 10.45 alle 11.50).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *