Una domenica con Pennac

Donatella Di GiovanniGuru Tascabile0 Comments

Guru Tascabile | di Donatella Di Giovanni | C’era una volta, un bambino di nome Daniel. Andava a scuola come tanti altri, ma lui, lui ogni giorno aveva paura di non farcela. Gli insegnanti non lo chiamavano per nome, né per cognome, ma “imbecille”; così, Daniel, giorno dopo giorno, aveva finito per credere di essere un ragazzino senza speranze, già uomo fallito. … Read More

Street Poetry: verba volant, scripta manent (e poi volant)

Donatella Di GiovanniGuru Tascabile0 Comments

Guru Tascabile | di Donatella Di Giovanni | Chi ha visto anche solo una volta “Il postino” non potrà facilmente dimenticare quella stretta al cuore durante la scena in cui Mario, davanti all’uscio di una porta, seduto a neanche un metro di distanza da Pablo Neruda, come un bambino impacciato e arrabbiato per essere incappato in un inconveniente quale l’innamoramento, viene … Read More

Liberati o imprigionati da un #cancelletto?

Donatella Di GiovanniGuru Tascabile0 Comments

Guru Tascabile | di Donatella Di Giovanni | Chi, un tempo, fissando un telefono, non ha mai pensato all’inutilità di quei due segmenti paralleli incrociati chiamati “cancelletto”? In fondo, un motivo per cui è stato relegato in quell’angolo lì a destra delle tastiere deve esserci stato. Questa e altre domande esistenziali attanagliavano la mente di me bambina dallo sguardo curioso e dubbioso, finché un giorno, tra i banchi … Read More