Il sito “PANTAREI” è nato nel 2001 su idea di Silvia Crupano (allora al III anno di liceo) per dare visibilità ai testi e alle attività di un gruppo di suoi maestri, fra i quali Massimo Cacciari, Umberto Curi, Sergio Givone, Giacomo Marramao e Aldo Masullo. Inoltre, il sito offriva ai visitatori una ricca selezione di appuntamenti culturali (conferenze, presentazioni, convegni, seminari, festival e rassegne) altrimenti ignoti o dispersi nel nascente maremagnum di internet.
Con quasi 400 testi a firma degli autori e oltre 200 fotografie, Pantarei si distinse subito come un unicum nel panorama dell’informazione digitale e continuò a crescere seguendo il percorso di studi della fondatrice. Col tempo si aggiunsero infatti altri maestri, un andirivieni di ospiti e collaborazioni, e il sito raggiunse i primissimi posti nelle ricerche Google dirette o indirette.
Purtroppo nel maggio 2012, a causa di ripetuti attacchi di hacker, si è reso necessario andare offline, allo scopo di tutelare i contenuti del sito e la sicurezza del server. Di lì a poco è stata aperta la pagina facebook di Pantarei (che oggi conta quasi 20.000 fan), per mantenere una continuità e proseguire nella divulgazione filosofica di eventi, testi e immagini.
Nel frattempo “Pantarei” è stato riprogettato in chiave ancor più multimediale e dinamica e si è arricchito di una piccola ma appassionata squadra, che ne animerà i contenuti e la gestione organizzativa.

Cos’è Pantarei oggi e cosa ambisce a diventare domani? Anzitutto, secondo il nostro adagio “Tutto scorre, nulla si perde”, è essenziale mantenerci fedeli all’ispirazione originaria e alla passione che l’ha alimentata in questi 13 anni.
Nel fluire del tempo, alcuni amici e mentori hanno proseguito su altre strade e nuovi si sono aggiunti al percorso, in un filosofico mutamento che Pantarei ha seguito e incarnato con perseveranza. Ancora oggi dunque, il sito è una vetrina di eventi e di filosofi (ma non solo…vedrete!), impreziosita da un vasto archivio di testi e foto e da una nuova sezione dedicata ai video (interviste e conferenze integrali). Naturalmente in piena armonia con l’attuale “epoca 2.0”, quindi presente e attivo su Facebook, Twitter, YouTube e Flickr.
Ma Pantarei oggi è anche un piccolo laboratorio di blogging umanistico (due filosofi, un’editrice e una giornalista professionista) e di rassegna stampa – nei limiti di quanto consentito da leggi sempre più severe e, a nostro parere, limitanti (nel non offrire alternative ai comportamenti comprensibilmente vietati ma nondimeno utili alla diffusione e promozione della cultura).
Infine, Pantarei è un fornitore di servizi editoriali… a livello e a prezzi amatoriali ma con impegno professionale! Traduzioni, impaginazioni, trascrizioni, registrazioni audio/video di eventi, comunicazione: attività che tutti noi abbiamo già svolto per amici, professori, datori di lavoro, per le nostre stesse ricerche. Così abbiamo pensato di metterci al servizio di chi ha bisogno ma non può permettersi di pagare dei “professionisti”.
E per il futuro? Beh, nel nostro nome è scritto un destino: “Pantarei”! Di certo quindi vorremo ampliare e perfezionare il raggio d’azione. Ad esempio diventando anche un’Associazione culturale e – perché no, chissà – una piccola casa editrice digitale/print on demand, ma anche organizzando eventi tutti nostri e accogliendo nuovi maestri, nuovi collaboratori e nuove sezioni nel sito.
Seguiteci e scopriamolo insieme!

Clessidra ribelle – Nata nella Città Eterna e in perenne battibecco col Tempo, fondatrice nel 2001 di Pantarei, è stata folgorata sulla via filosofica a 16 anni, coronando questa vocazione con il dottorato di ricerca in Filosofia della Storia. A Milano per necessità, con la Cornovaglia e la Sicilia nel cuore, collabora con un noto ufficio stampa culturale, traduce anche l’intraducibile e coltiva una vitale passione per libri e scrittura.
Medaglia d’oro alla X Olimpiade di Filosofia (Tokyo), due monografie e vari articoli all’attivo, sa che tante altre pagine l’attendono e che in un’epoca di assordanti rumori di fondo la riflessione e il racconto sono arti indispensabili. Da brava filosofa, non possiede risposte ma solo domande: come uniche ricette propone quelle dei suoi gustosi manicaretti durante i simposi con amici e maestri.
Inguaribile amante dei gatti, di Wilde e di Shakespeare, inseparabile dalla sua biblioteca in espansione, gioca a biliardo, adora “rubare” scatti e riprese di attimi fuggenti e si considera una discreta nerd. Appena può fugge su spiagge deserte…

cont@ct

Orizzonti diversi – Siculo di nascita, milanese d’adozione, mitteleuropeo per vocazione. Filosofo di frontiera, si occupa dell’origine del “vivere insieme” e del dialogo fra prospettive e visioni del mondo differenti.
Come molti nati nella generazione del precariato, cerca di sbarcare il lunario con quel che si trova: la sua idea di pensiero concreto nasce anche dall’esperienza nei lavori più disparati (dalla ristorazione all’edilizia, dall’insegnamento all’editoria) e dall’esplorazione sociale degli ambienti più improbabili.
Metafisico ma non troppo e ottimo cuoco, si mantiene sano di mente coltivando l’insana passione per i giochi al computer (fantasy, storici, di ruolo), secondo la massima filosofica per cui il Gioco è attività serissima e formativa.

cont@ct

Primula Rossa è Sofia Lorefice, classe 1985. Bresciana di nascita e siciliana per crescita. Filosofa per formazione, giornalista di professione. Di fatto per vivere fa gelati e quando le capita pure l’autista. Insomma precaria doc.
Se ogni tanto sparisce è perché si trova in carcere. Non ancora per reati. Né solo per nevrosi. Ma perché crede molto in un progetto che si chiama Gruppo della Trasgressione a cui partecipano detenuti e liberi cittadini dentro e fuori dalle carceri milanesi.
“Primula Rossa” è lo spazio che Sofia si dà per ripalesarsi dopo più o meno lunghi periodi di assenza.

cont@ct

Guru Tascabile – Siciliana, laureata in Lettere Moderne. Le sue prime cinque giornate a Milano si trasformano in tre anni di occupazione fissa, durante i quali consegue la laurea specialistica in Editoria. Non tanto dissimile da una patella, dopo una entusiasmante nuotata al largo, torna allo scoglio.
Non rassegnata al destino riservato alla sua generazione, dopo lavori di vario genere, sceglie di immergersi in una nuova avventura nelle acque mediterranee: ha avviato un progetto editoriale dal sapore tutto fumettistico, ZAP Edizioni, una scommessa giocata con Luca Ivetich contro il disfattismo dilagante e i… fermi biologici.
Convinta che sia meglio accendere una candela che maledire l’oscurità, sogna fin da piccola di perdersi di notte in un museo, ama i viaggi, Battiato, De Gregori, le battaglie grammaticali, gli amici e chiedersi cos’altro scrivere, di conciso e poco concludente, su di sé.

cont@ct

“Pantarei” (tuttoscorre.org) è una pubblicazione elettronica registrata (ISSN 1824-5781) i cui contenuti sono da noi distribuiti con la licenza internazionale Creative Commons “Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate” versione 4.0. 
Liberi di condividere, scaricare, diffondere e riprodurre i materiali di Pantarei (testi, foto, audio, video)

Rispettando queste 3 condizioni:

Citare la fonte (Pantarei – Tuttoscorre.org) e inserire il link a Pantarei (o al contenuto che si sta ripubblicando)
Non utilizzare i contenuti a fini commerciali
Non modificare in alcun modo i contenuti.

cc-licenzaNaturalmente il direttore editoriale è a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento o richiesta particolare.
Grazie per la vostra comprensione e collaborazione!
Lo staff di Pantarei

Licenza Creative Commons
Pantarei – Tuttoscorre.org www.tuttoscorre.org è distribuito con
Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
All the contents of “Pantarei” are distributed under a CC Attribution-NonCommercial-NoDerivs (CC BY-NC-ND) license, allowing you to download and share them with others as long as you credit us, but you can’t change them in any way or use them commercially.